Intervento abilitativo di gruppo per bambini e ragazzi con Disturbo dello Spettro dell’Autismo

Gruppi rivolti a bambini e ragazzi con ASD di età scolare (6-14 anni), con funzionamento cognitivo nella media, condotti da una Psicologa e da una Terapista della Neuropsicomotricità dell’Età Evolutiva.
Ai gruppi per i ragazzi si affiancheranno incontri bimensili con i genitori condotti da una Neuropsichiatra Infantile.
Principali obiettivi dell’intervento:
 Potenziamento della comprensione e gestione delle emozioni;
 Miglioramento delle competenze pragmatiche (capacità di identificazione e interpretazione dei segnali sociali verbali e non verbali);
 Potenziamento delle competenze di conversazione e racconto.

Progetto gruppi ASD_2021

 

Allegati

Pronti per la Prima!

30 minuti di Consulenza gratuita con una Psicologa/o dell’Età evolutiva per confrontarsi su eventuali dubbi relativi ai prerequisiti della letto-scrittura per i genitori dei bambini che da settembre 2019 frequenteranno la classe prima della Scuola Primaria.

Sportello d’ascolto gratuito

Hai dubbi sul comportamento di tuo figlio, sul suo sviluppo e vuoi capire se ti serve un supporto alla genitorialità? Oppure tuo figlio ha difficoltà scolastiche di cui non comprendi la causa?

Il Centro Wecare ti offre uno sportello d’ascolto gratuito dove sarai accolto da una Psicologa/o dell’Età Evolutiva che ti aiuterà a comprendere se le difficoltà mostrate da tuo figlio sono transitorie oppure se è consigliabile procedere ad un approfondimento diagnostico o se, invece, è opportuno un supporto alla genitorialità.

Uno sportello d’ascolto per i Pediatri

La collaborazione tra pediatria di base e Neuropsichiatria Infantile è un nodo fondamentale per la corretta gestione dei pazienti con Disturbi dello Sviluppo e delle loro famiglie.
Il Pediatra è il primo operatore sanitario a raccogliere dubbi o preoccupazioni dei genitori e/o a rilevare personalmente alterazioni nel percorso di crescita di un suo paziente. Sapere quando è necessario allertarsi e monitorare più attentamente una situazione e quando è invece necessario inviare per una valutazione diagnostica specialistica non è sempre semplice e la formazione offerta dai Corsi di Laurea e di Specializzazione è decisamene insufficiente. Spesso anche le proposte di formazione post universitarie sono parcellari, molto teoriche o fanno riferimento a patologie di raro riscontro.
Inoltre i disturbi dello sviluppo, a differenza di altre patologie internistiche o anche neurologiche, non sono caratterizzati necessariamente dalla presenza di “sintomi” riconoscibili e patognomonici, ma costituiscono la “coda” estrema di rallentamenti o atipie di sviluppo che possono avere una caratteristica transitoria o di carattere maturativo.

Allegati